Home Cannizzato.it Corso Serale ScuolaNet Aetnanet
 
 

  Test Center per

Aica-EQDL Cisco Networking Academy





Aica-ECDL Microsoft Office Specialist
 

  Scuola trasparente

· Albo Pretorio Digitale

· Amministrazione trasparente

· Codice disciplinare

· AVCP

· Organigramma gestione emergenze

· Sito OPENCOESIONE

 

  Orientamento

Orientamento
POF
 

  Scuola certificata in conformità alla norma UNI EN ISO 9001

Scuola certificata in conformità alla norma UNI EN ISO 9001
 

  Presentazione

· Scuola
· Ubicazione e descrizione
· Storia

· Organizzazione

· Dipartimenti

· Contatti

 

  Didattica

· Calendario
· Orario Classi Diurno
· Orario Classi Serale
· Orario docenti Diurno
· Orario docenti Serale
· Programmazioni didattiche docenti diurno
· Programmazioni didattiche docenti serale
· Libri di testo

 

  Collegamenti

· Home
· Corso serale
· ScuolaNext
· Aetnanet
· Sito OPENCOESIONE
· Centro Polifunzionale di Servizio
· Dipartimento di Chimica
· Dipartimento di Informatica
· WebTV ed e-learning

· SchoolBook

· Progetto EEE al Cannizzaro

 

  Segreteria

· Modulistica
· Tasse scolastiche
· Graduatorie d'Istituto

 

  Focus

· Consorzio Aetnanet
· Centro Polifunzionale di Servizio
· Rete TSSS

· Rete ENIS

· Scuola ASAS

· MSDN Academic Alliance

 

  Testata a rotazione


Circolari Capo Istituto
[ Circolari Capo Istituto ]

·Composizione classi 4A e 4B CHIMICA
·Avvio dell’anno scolastico
·Convocazione Collegio dei docenti
·Convocazione dei docenti per Dipartimenti disciplinari
·Convocazione Collegio dei docenti
·Convocazione Collegio dei Docenti
·Prova di evacuazione dell'istituto
·Convocazione dei Consigli di classe corso serale
·Convocazione collegio docenti del 2/12/2014
 

  Archivio News

Seleziona il mese da vedere:


[ Mostra tutti gli articoli ]
 

 
  Bacheche: Verbale della seduta del collegio docenti del 2-3 settembre 2002
Postato il Lunedì, 09 settembre 2002 ore 19:41:52 CEST di Redazione
 
 
  Delibere OO.CC.

Verbale della seduta del 2 e 3 settembre 2002

Il giorno 2 settembre 2002 dalle ore 9.30 alle ore 13.00, ed in prosecuzione il giorno 3 settembre dalle ore 9.30, nell’aula magna dell’ITIS “S. Cannizzaro”, si riunisce il Collegio dei docenti per discutere e deliberare sui seguenti punti all’o.d.g.:

  1. Approvazione del verbale della seduta precedente;
  2. Relazione del Preside;
  3. Comunicazioni sull’organico di fatto 2002-2003;
  4. Calendario degli esami integrativi e di idoneità;
  5. Proposte per la formazione delle classi; proposte di criteri di priorità per l’eventuale ripartizione delle domande eccedenti tra le varie specializzazioni (C.M. 400/91) per l’assegnazione dei docenti alle medesime e per la definizione dell’orario delle lezioni (art.7 comma2 lettera b del D.Lvo297/94). Iscrizione di alunni per la terza volta. Costituzione di una commissione di lavoro coordinata dalla funzione obiettivo per proposte sull’assegnazione degli studenti alle classi.
  6. Suddivisione dell’anno scolastico in trimestri (entro10-12/15-3/15-6) o quadrimestri (entro 31-1/15-6). Delibera Motivata (art.2 comma 3 della O.M. n. 329 del 27/5/97). Proposte per la predisposizione del calendario scolastico (200 giorni effettivi di lezione) (O.M. n. 59/2001)
  7. Piano di Istituto per le attività di formazione e di aggiornamento dei docenti (art. 282 e seguenti del D.Lvo n. 297/94) C.M. n. 376 del 23-12-1995, Direttiva n. 226 del 13/5/1998; costituzione del gruppo di lavoro coordinato dalla funzione obiettivo; Piano Nazionale di Formazione degli insegnanti sulle TIC C.M. n. 55/2002 in applicazione del DPCM 22-3-2001. Percorsi formativi A-B-C(C1-C2)
  8. Attività sportiva: adesione ai campionati studenteschi;

9.      Rinnovo del progetto di sperimentazione assistita ABACUS (art. 276 e seguenti del D.Lvo n. 297/94) e SIRIO per i corsi serali. Reitera di attivazione della specializzazione ELETTTRONICA e delle Tecnologie alimentari per il corso diurno e dell’indirizzo INFORMATICA per il corso serale.

10.  IDEI del mese di settembre 2002; progettazione e realizzazione del piano esecutivo.

11.  Agenda 2000- Progetti POR approvati: L’industria agroalimentare e i 5 progetti del Mezzogiorno d’Europa: i paesi del Maghreb. Progetti PON: corso per web master e per esperti di rete. Monitoraggio ed auditing dei progetti realizzati PON. Avvio del corso IFTS;

12.  Tirocini Aziendali con fondi CIPE 2002 di cui alla nota del7-8-2002 n. 14709; costituzione di un gruppo di progetto (i formulari sono sul sito ufficiale www.cannizzaroct.it)

13.  Progetto CIPE prof.ssa Palermo + Aliano

14.  Proposte per la predisposizione del piano annuale di utilizzo delle ore di attività funzionali all’insegnamento.(CCNL): attività collegiali (40h) + attività dei consigli di classe (40h)+ partecipazione a scrutini ed esami. D.M. n.275/1999 sull’’autonomia scolastica: monte ore per ciascuna disciplina, compensazioni, flessibilità,

  1. Richiesta di contributi antimafia alla Regione Sicilia per il nuovo a.s. (L. n.51/1980)

16.  Dichiarazioni dei docenti circa incompatibilità ed esercizio della libera professione, residenza, lezioni private ed esercizio di altre attività economiche (art. 508 del D.Lvo n. 297/94). Dichiarazione all’anagrafe apposita degli incarichi prestazioni e delle consulenze svolte o da svolgere nel 1995(art. 24 L.n.412/91 ed art. 58 D.Lvo n. 29/93);.Dichiarazione di responsabilità ex art. 1 comma 257 L.n. 662/96 sulla permanenza dei requisiti di invalidità

  1. Progetto per acquisto di attrezzature tecniche per alunni handicappati L. n. 104/92

18.  Indicazioni metodologiche ai Consigli di classe sulla programmazione didattico-educativa a.s.2002/03 provenienti dai dipartimenti disciplinari (art. 3-4 del DPR n. 416 /74)

  1. Aggiornamento del POF, della Carta dei servizi. Aggiornamento e revisione del regolamento d’Istituto alla luce del nuovo Statuto degli studenti; costituzione di un gruppo di lavoro coordinato dalla funzione obiettivo
  2. Fondo di Istituto. Attività aggiuntive d’insegnamento (fino a 6 ore settimanali): dichiarazione di disponibilità Attività aggiuntive funzionali all’insegnamento (fondo d’istituto art. 43 CCNL):

·       coordinatore POF e Carta dei servizi e Regolamento Istituto (DPCM 7-6-95)

·       Coordinatori di classe e responsabili commissioni lavoro e di dipartimento

·       Assistenza tutoriale

·       Progettazione di interventi formativi (staff per l’aggiornamento C.M. 376/95)

·       Produzione di materiali per la didattica

·       Referenti d'istituto su

a)progetto giovani 2000 (ex PG 93)

b)educazione alla salute (L. 162/1990 art. 87) e CIC (centro informazione e consulenza prevenzione delle tossicodipendenze

c) pari opportunità (L. n. 125/91; C.M. 206 del 24-6-93;

d) gruppo di lavoro G.L.I.P.d’istituto,(art. 15 L.104/92; C.M. n. 123 dell’11-4-1994), cioè rapporti UU.SS.LL. ed enti locali etc

e) cineforum,teatro,mondo del lavoro-scuola,progetto per l’imprenditorialità giovanile

21.  Elezione del comitato di valutazione del servizio dei docenti ( art. 11del D.L.vo n. 297/94) ed elezione a scrutinio segreto dei referenti disciplinari per classe di concorso.

22.  Avvio della procedura di elezione dei docenti incaricati delle funzioni obiettivo di cui all’art. 21 del nuovo CCNL

23.  Commissione elettorale d'istituto: componente docente

Presiede la seduta il Preside prof. Salvatore Indelicato che delega il prof. Alberto La Guidara ad espletare la funzione di segretario verbalizzante. Constatata la presenza del numero legale, il Preside dà inizio alla seduta.

Punto 1 o.d.g. Il Collegio approva all’unanimità il verbale della seduta precedente.

Punto 2 o.d.g. Il Preside fa distribuire ai docenti il piano di lavoro del mese di  settembre 2002 riguardante le attività di programmazione, progettazione, ricerca, valutazione e documentazione ed il calendario delle riunioni per dipartimenti disciplinari e ricorda ai presenti che nel Collegio dei docenti di domani ciascun docente dovrà consegnare eventuale dichiarazione annuale di disponibilità ad accettare ore aggiuntive di insegnamento sino al raggiungimento di 24 settimanali. Il Preside, come di rito, rivolge un caloroso saluto ai nuovi docenti e ringrazia i docenti che sono stati trasferiti in altri istituti per l’impegno e l’apporto che hanno dato alla scuola. Inoltre rivolge al collegio un intervento il cui testo viene integralmente pubblicato sul sito web della scuola www.cannizzaroct.it e che qui siriporta.

La graduatoria regionale stilata dal direttore regionale Calascibetta nel mese di agosto pone il Cannizzaro al 7 posto tra i 1200 istituti della Sicilia per complessità dell’offerta formativa e dimensione edilizia. Ma vi assicuro che non appena sarà rivista a breve la graduatoria le altre 6 scuole che ci precedono difficilmente potranno conservare la loro posizione virtuale.
E’ in corso una campagna pubblicitaria di immagine con spot televisivi sulle emittenti regionali teletna e video mediterranea, che serve a consolidare e posizionare la nostra scuola nel panorama formativo della regione Sicilia. Sono cominciati lavori di ristrutturazione straordinaria della scuola nel mese di agosto che interesseranno la ns scuola per due anni, con un investimento finanziario da parte della provincia regionale di 3, 5 miliardi delle vecchie lire, i lavori sono iniziati al 6 piano dell’edificio, e comporteranno il rifacimento dell’impianto elettrico e dei servizi da adeguare alla normativa di cui alla l. n. 626. I lavori procederanno a compartimentazione, piano per piano e reparto per reparto. Questo comporterà una inevitabile rimodulazione dell’attività didattica prevedendo una turnazione pomeridiana per quel piano e quel reparto coinvolti dalle opere. al più presto verrà presentato in consiglio di istituto il piano operativo dei lavori per consentire allo stesso consiglio di deliberare in merito. L’inizio dell’anno scolastico da noi, pertanto potrebbe essere lasciato al posticipo del 30 settembre per motivo legato a questi lavori di ristrutturazione straordinaria. L’orario delle lezioni, affidato al vicepreside prof. Ficicchia Francesco che è stato riconfermato per l’indubbia professionalità dimostrata nell’esercizio delle funzioni, quindi potrebbe subire periodiche rimodulazioni per consentire quella flessibilità che si rende necessaria per coniugare attività didattica e lavori di manutenzione, senza intralcio reciproco. L’ufficio tecnico, che resta affidato anche per questo anno alla direzione del prof. Alecci Carmelo, sta già seguendo dal mese di agosto costantemente gli sviluppi tenendosi permanentemente in contatto con la direzione tecnica del cantiere. Una delle misure più importanti è legata alla chiusura di una parte del cortile di ingresso da via Palermo dove è allocato il cantiere. si fa appello al senso di responsabilità di tutti per garantire un ordinato e tranquillo parcheggio delle auto e dei motorini.
Il Preside, nella sua ampia ed approfondita relazione comunica al Collegio che le 72 classi sono a numeri pieni; e si è reso necessario spostare una rilevante eccedenza di iscrizioni agli altri due istituti tecnici di Catania il Gemmellaro e il Vaccarini; tutti gli studenti respinti o ritirati del 1 anno non hanno trovato posto e si sono trovati lo spazio con l’aiuto del cannizzaro in altre scuole, prevalentemente lo stesso Gemmellaro e Vaccarini. altri 75 studenti della scuola media costituiranno una sorta di succursale virtuale del Cannizzaro al Vaccarini. Si rende non più dilazionabile adottare una linea di politica scolastica condivisa che punti sul Cannizzaro come scuola di eccellenza, che non significa di selezione bensì di formazione e di orientamento in positivo ricercando le vie più adatte e consone alla formazione di ciascun allievo.
L’organico dei docenti è al completo e questo è un elemento di merito della nuova normativa decreto legge n.255 del 3 luglio 2001che ha superato definitivamente i tempi bui allorquando i supplenti si nominavano a dicembre. Il d.l. n. 255 del 3 luglio 2001, allo scopo di garantire un tempestivo inizio dell'anno scolastico, ha introdotto rilevanti innovazioni legislative e organizzative che ricordo: riunificazione in un solo scaglione delle precedenti 3a e 4a fascia;
stabilizzazione dell'organico di diritto, con la sola eccezione che, in caso di specifiche necessità, il dirigente scolastico può disporre il funzionamento di ulteriori classi, comunicandolo al dirigente territoriale; tempistica separata per l'esercizio delle competenze dei dirigenti territoriali e dei dirigenti scolastici, nel senso che i primi, entro il 31 agosto, provvederanno alle nomine a tempo indeterminato, alle utilizzazioni, agli incarichi di presidenza e alle nomine a tempo determinato, e i secondi eserciteranno, a partire dal 1° settembre, tutte le competenze relative all'effettuazione o al completamento delle nomine a tempo determinato. Nel 5° e 6° comma dell' art. 1 viene, infatti, stabilito che il dirigente territoriale esercita sino al 31 agosto 2001 ( e, a regime, sino al 31 luglio di ciascun anno) la competenza al conferimento delle supplenze annuali e di quelle fino al termine dell'anno scolastico. dopo il 31 agosto 2001, per le operazioni non ancora effettuate, la competenza viene trasferita ai dirigenti scolastici. essi dovranno pertanto operare prioritariamente sulle graduatorie permanenti, con modalità procedurali che utilizzeranno in maniera massiccia il nuovo sistema informativo Intranet e Simpi. Vengono messe in evidenza le problematiche più rilevanti di questo inizio d’anno:

·        Il calendario scolastico.

L' Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione, Fabio Granata (an), ha emanato un decreto che prevede l' inizio delle lezioni per il 30 settembre, le polemiche scaturite dal provvedimento hanno costituito oggetto di una campagna di stampa di fine agosto. In ogni caso in base all’autonomia scolastica ogni singola istituzione scolastica può decidere in deroga adattando il calendario alle esigenze didattiche. Ricordo che a partire dal 1 settembre entra in vigore il decreto n.112 che decentra molte competenze agli enti locali comprese quelle del controllo sugli organi collegiali della scuola. Sul nostro sito web www.cannizzaroct.it viene dato ampio resoconto della problematica e della polemica giornalista sulla questione.Il consiglio di istituto convocato per il 5 settembre sarà comunque investito della questione.

·        La guerra delle graduatorie permanenti docenti e ATA.

Le nomine dei bidelli non sono ancora ultimate e le note vicende di questi giorni, legate alla sentenza del TAR e alla pronuncia del CGA che hanno data ragione ai ricorrenti che si erano opposti alla riunificazione delle due graduatorie dello Stato e degli Enti Locali, hanno reso più difficoltoso ultimare le nomine con apprensione da parte delle scuole che sono sguarnite al momento di personale. Per i docenti è andata meglio a Catania in quanto si è riusciti a procedere pur in presenza di sentenze del tar e di interpretazioni della normativa che ormai è diventata ingestibile, capziosa e irta di complicazioni.

·        Riforma della scuola.

La situazione attuale vede il disegno di legge di riforma Moratti iniziare il percorso parlamentare irto di difficoltà e apprensioni. La flessibilità' e la modularita' dei percorsi formativi sono l’elemento caratterizzante della riforma Moratti come lo erano del resto nella legge 2000 della passata legislatura che non fu poi applicata. Nel corso dell’ultimo collegio dei docenti la proposta di sperimentazione dei curricoli non ha avuto i consensi sufficienti per essere varata. Quella proposta verrà ripresa apportandovi le integrazioni e gli aggiustamenti suggeriti nelle numerose riunione che l’anno scorso sono state fatte e verrà rimessa in circolazione per essere oggetto di nuova attenzione del collegio dei docenti del mese di maggio prossimo. A tal fine quest’anno daremo pratica attuazione all’organismo previsto dal POF che è il dipartimento disciplinare cioè il gruppo dei docenti che afferiscono ad una particolare classe di concorso, quali organismi tecnico professionali in grado di approfondire le questioni didattiche legate ai nuovi curricoli. Domani voteremo a scrutinio segreto su una scheda che contiene tutti i nominativi dei docenti il referente dei 15 dipartimenti in modo tale che il preside possa consultarsi e acquisire significative valutazioni sulle problematiche didattiche specifiche di ogni materia da docenti che godono della fiducia dei colleghi. Come al solito insisto sul fatto che i curricoli Bertagna o quelli che saranno proposti dalle nuove commissioni invece di essere recepiti come una cosa ineluttabile andrebbero anticipati con una sperimentazione di istituto. Il nodo cruciale è la riduzione del tempo scuola da 36 ore a 25 ore con tutte le implicazioni conseguenti. Ogni istituzione scolastica nella predisposizione dei percorsi formativi utili al raggiungimento del successo formativo, può esercitare tutte le forme di flessibilità che ritiene opportune nel regolare tempi, svolgimento delle singole discipline e attività, indipendentemente da cause esogene o endogene di natura non didattica. E la flessibilità non può essere abrogata o rifiutata da nessun organo collegiale perché è legge dello stato. In particolare a titolo esemplificativo si riportano le seguenti iniziative già attuate in molte scuole d'Italia:
1-la possibilità di articolare il monte ore annuale di discipline ed attività in maniera modulare. questo significa che la scuola può decidere in quanti moduli si articola l'insegnamento di una disciplina o l'articolazione di una attività e scegliere il periodo temporale in cui essa si deve svolgere, senza più nessun riferimento alla fissità dell'orario settimanale di cui soffriva la scuola; la quadrimestralizzazione delle discipline già dal Cannizzaro adottata è molto diffusa nelle scuole del nord di Italia.

2- la definizione di unità di insegnamento non coincidenti con l'unità oraria delle lezioni, nel nostro caso di 50 minuti, e l'utilizzo degli spazi orari residui in altre attività, proponendo con il tempo residuo attività nuove che la scuola può decidere rientranti nel curricolo ( utilizzando la quota del 15 % di variazione) quali cineforum, teatro, corsi di informatica, corso di lingua inglese, etc.

3- l'attivazione di percorsi didattici individualizzati, utilizzati anche sotto forma di sportelli di consulenza didattica per singole materie, attivati a richiesta degli studenti o delle famiglie.
4- l'articolazione modulare di gruppi di alunni provenienti dalla stessa o da diverse classi o da diversi anni di corso.

5-l'aggregazione di discipline in aree e ambiti disciplinari uno scenario di tale radicale novità, che implica una serie nutrita di ruoli, responsabilità e soggetti nuovi, esige riflessioni profonde, analisi teoriche e pratiche che consentano di arrivare in tempo breve ad una operatività che realizzi tutta la potenzialità e la ricchezza che tale prospettiva racchiude, senza riduzionismi o pratiche di aggiustamento di retroguardia. E' un'occasione troppo importante, questa, per ripensare la professionalità docente e la deontologia del servizio che cambia dall'ottica dell'offerta rigida e imposta dall’alto a quella della domanda degli studenti flessibile e calibrata sulle loro esigenze e richieste, cangianti con i tempi e con le occasioni.

Se questa flessibilità produce ansia o preoccupazione bisogna cercare garanzie e tutela nella sede adatta che è la sede sindacale. e qui entrano in gioco le RSU con la loro funzione di contrattazione che non spetta più al collegio. Il ministero ha avviato un piano di sperimentazione che anche se coinvolge principalmente la scuola di base riguarda anche il superiore per l’obbligo formativo da soddisfare non solo nella scuola ma anche nella formazione professionale. Ha avviato altresì un piano di realizzazione di stage formativi con fondi cipe annualità 2002 - iniziative dirette a favorire il raccordo fra formazione e mondo del lavoro: tirocini aziendali. Il programma di attività per l'attuazione di iniziative finalizzate al raccordo scuola - mondo del lavoro, viene formulato, per l'anno 2002, in relazione all'ammontare dello stanziamento dei fondi cipe ed al particolare momento di riorganizzazione del sistema scolastico, che comporta l'esigenza di una pausa di riflessione in relazione alla riprogettazione delle iniziative di raccordo con il mondo del lavoro.
Il MIUR ha riservato le risorse assegnate sui fondi stanziati dal cipe a sostegno dello sviluppo sociale ed economico delle aree depresse, ai progetti di tirocinio aziendale, quale modalità di alternanza fra attività scolastica ed esperienza del lavoro destinata, sulla base del dibattito attuale sul processo di riforma, a divenire parte integrante dell'attività formativa nella scuola secondaria di secondo grado, sia pure con diverse modalità e con obiettivi formativi correlati alla particolare area ed indirizzo di studi nel quale s'inserisce. proprio in virtù di tali caratteristiche gli interventi di tirocinio aziendale sono proposti quali azioni a carattere diffuso per tutte le istituzioni scolastiche delle aree depresse, e pertanto, sottoposti alla valutazione a livello regionale. A tale fine la direzione regionale, provvederà all’emanazione nel proprio territorio del bando regolante la realizzazione delle iniziative progettuali, sulla base degli standard organizzativi e di costo e a definire le modalità organizzative per la valutazione dei progetti. La data di scadenza per la presentazione dei progetti è nel periodo compreso tra il 30 settembre ed il 15 ottobre; i progetti devono essere presentati utilizzando gli appositi formulari reperibili anche sul ns sito web
nella iniziativa verranno coinvolte le camere di commercio, il mondo del lavoro e le parti sociali;

·        La scuola dell’autonomia

Si è sviluppato in questi ultimi due anni nella nostra scuola un dibattito e un confronto sulle nuove competenze e sulla dislocazione dei poteri nella scuola dell’autonomia entrata a regime dal 1-9-2000 con l’entrata in vigore di una serie di leggi, la n. 275 sul regolamento dell’autonomia, la 59 sulla dirigenza ai presidi e ultima in ordine di tempo, l’attivazione delle rsu, controparti dei dirigenti nella tutela sindacale dei dipendenti; mentre è ancora in parlamento il disegno di legge sulle competenze degli organi collegiali, molti si sono interrogati su come vanno intese le competenze attuali del collegio dei docenti alla luce delle innovazioni intervenute e cosa della vecchia impostazione è superata e quindi da rivedere. il filo conduttore nell’interpretare la riforma bassanini è quello della distinzione tra poteri di indirizzo e di controllo appannaggio del consiglio di istituto e del nuovo collegio dei revisori dei conti e poteri di gestione prerogativa esclusiva dei dirigenti a partire dal 1-9-2000. Il collegio dei docenti si configura come organo tecnico-professionale con competenze pedagogiche e compiti di studio e proposta a supporto delle decisioni. le nuove rsu si configurano quale organo di tutela sindacale sulla organizzazione del lavoro e contrattazione sulle decisioni del dirigente. Anche se tale nuovo impianto può forse lasciare perplesso qualcuno contiene al suo interno indubbi vantaggi per tutti nel senso di precisare meglio le competenze con le connesse responsabilità, perché senza l’etica della responsabilità si cade nell’assemblearismo e nello scarico delle responsabilità che ha caratterizzato la scuola del passato.

·        Competenza delle RSU

Le rappresentanze unitarie sindacali trattano con il preside accordi avente valore erga omnes e riconosciuti dalla giurisdizione del lavoro per la tutela degli aspetti sindacali e le ricadute sull'orario di lavoro e di servizio, delle scelte effettuate dal preside e dagli organi collegiali.
il collegio dei docenti, se rassicurato in ordine agli aspetti sindacali, può svolgere il suo compito di natura pedagogica e tecnico professionale declinando l’offerta formativa all’interno della cornice organizzativa definita dal dirigente.

·        Sito web, giornale d’istituto, pubblicità.

La scuola ha attivato un nuovo sito web realizzato in tecnologia php open source dal prof. Nicotra Michelangelo, che ne è anche il webmaster, e si presta per la sua interattività e versatilità ad essere lo strumento ideale per raggruppare attorno ad esso in una grande virtual community tutto il Cannizzaro dai docenti agli studenti.

Sarà costituita una nutrita redazione web di docenti tecnici e studenti per trasformare il sito in uno strumento di erogazione di servizi on line; e già da questo momento vengono pubblicate in prima pagina tutte le circolari della scuola inserite direttamente dagli assistenti amministrativi. La L. n. 150 del 2000 da valore legale alle comunicazioni e all’uso del web in tutta la pubblica amministrazione e pertanto non ha ragione d’essere la polemica sulla necessità del cartaceo che è sterile prima ancora di nascere. L’obiettivo di quest’anno è quello di convincere i docenti ad attivare i propri personali siti web quale strumento di realizzazione della propria professionalità. A tal proposito la scuola offrirà lo spazio web e il sito individuale pronto e gratuito. Tutti i docenti di questa scuola hanno già da qualche anno la propria Caselle di posta elettronica individuale. Entro pochi giorni forniremo a tutti la nuova casella di posta elettronica che utilizza per tutti il suffisso @cannizzaroct.it. Tutte le e-mail avranno come struttura la seguente nome.cognome per esteso@cannizzaroct.it E’ uno strumento di comunicazione indispensabile e insostituibile per una comunità enorme quale la nostra pena il blocco della comunicazione e della informazione.
ufficio stampa: costituiremo l’ufficio stampa previsto da una recente legge in tutte le pubbliche amministrazioni.

·        Rete Intranet

L’istituo è stato già tutto cablato con fondi europei. E’ necessario formare un team di docenti disposti ad amministrare la rete informativa dell’istituto. bisogna considerare che le esigenze, in questi termini sono aumentate e, di conseguenza, sono diventate complesse. Il team dovrebbero garantire la sicurezza e l’efficienza del sistema, con controlli e monitoraggio costante (con turnazioni permanenti programmate) delle attività in corso ed intervenire tempestivamente in caso di anomalie.

·        Ecdl

La nostra scuola è centro accreditato aipa per il rilascio della patente informatica europea. Il va sviluppato e potenziato.

·        Consorzio Aetnanet

La nostra scuola è capofila del più grande consorzio telematico dell’Italia meridionale raggruppando in una sola provincia 80 scuole. Il portale web gestito dal Cannizzaro www.aetnanet.org riscuote indici di consultazione e di navigazione altissimi anche e specie nel periodo estivo in quanto abbiamo avuto la capacità di non interrompere mai il flusso continuo delle notizie e delle comunicazioni tempestive e mirate al mondo della scuola.
Il consorzio di cui sono presidente ha raggiunto in questi giorni un’ intesa con l’università di Catania dip. Ingegneria informativa stipulando un’accordo ATS per gestire in Sicilia il piano di formazione di cui alla c.m. n. 55 applicativa del piano nazionale di formazione degli insegnanti sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Si tratta del più grande ambizioso e impegnativo progetto di formazione sulle ICT che la pubblica amministrazione abbia messo in campo in tutta Europa. Con i fondi provenienti dalle aste dell’UMTS si è potuto finanziare per 150 miliardi un piano di formazione che investirà a tappeto tutti i docenti nessuno escluso.
Il Cannizzaro non solo è pronto ma ha anticipato i tempi della formazione nel settore e ora si trova con un bagaglio di know kow che lo pone in condizione di gestire il piano e di accreditarsi come centro di formazione per le altre scuole. Percorso formativa A: docenti con scarsa o nessuna competenza sulle TIC, (uso della posta elettronica e del collegamento internet) 160,000 unità cioè il 20%. Percorso formativo B docenti in possesso di competenze tecnologiche di base (ECDL), 1 docente per scuola. Percorso formativo C C1 e C2 docenti in grado di gestire le infrastrutture di reti e delle problematiche server-client; 5000 docenti. I corsi partiranno a gennaio 2003.

·        Fondi Strutturali, Agenda 2000

Il nostro istituto gestirà in quest’anno un numero rilevante di corsi finanziati con agenda 2000. Nel corso del collegio avremo modo di ascoltare i vari referenti grazie ai quali è stato possibiler acquisire risorse per più di 2 miliardi di vecchie lire che non hanno eguali in altre scuole.
Punto 3 all’o.d.g. Il Collegio dei Docenti del Cannizzaro comunica il Preside, cresce ulteriormente ed arriva al suo massimo storico nei suoi 35 anni di attività, visto che la scuola ha raggiunto 72 classi (includendo le 12 classi del serale) e più di 1800 studenti, tutti di Catania senza alcun problema di pendolarismo, cosa che pone il ns istituto in vetta sicuramente rispetto a tutti gli istituti della provincia e della regione Sicilia.

Punto 4 o.d.g.  – La proposta del calendario degli esami integrativi e di idoneità, contenuta nel piano di lavoro di settembre e che viene attentamente esaminata dall’assemblea, sarà resa definitiva nella riunione preliminare delle commissioni degli esami di idoneità di giorno 6 c.m.

Punto 5 o.d.g. – Il Preside ripropone i criteri già approvati l’anno precedente e chiede alla funzione obiettivo uscente, prof.ssa Filaci, di riunire una commissione di lavoro incaricata per la composizione delle prime classi, per fare in modo che tali classi siano costituite da alunni misti con, mediamente, otto ragazze per classe, di cui 10 studenti con giudizio sufficiente, 7 studenti con il giudizio di buono, 5 studenti con il giudizio di distinto e 2-3 studenti con il giudizio ottimo. La definizione dell’orario delle lezioni sarà oggetto di un successivo dibattito nel prossimo Collegio in cui si ripresenterà, con le modifiche apportate, la proposta del prof. Ficicchia che non ha avuto l’approvazione durante l’ultimo Collegio dei Docenti avvenuto nello scorso mese di aprile. Il Preside comunica al Collegio che nelle numerose riunioni che ha avuto con le famiglie e con numerosi gruppi di studenti, ha comunicato, anche per mezzo di due lettere, ai genitori dei circa 75 alunni delle prime classi che in sede di scrutinio finale sono risultati non promossi e che non hanno ratificata l’iscrizione al Cannizzaro, che avrebbero trovato posto al Gemmellaro e al Vaccarini, le due “succursali virtuali” del Cannizzaro, date le numerose domande di nuove iscrizioni e dato che non esistono diritti acquisiti per ripetere la stessa classe al Cannizzaro. Sulle assegnazioni delle cattedre ai docenti, il Collegio riconferma gli stessi criteri proposti l’anno scorso.

Punto 6 o.d.g.  – Il Collegio docenti delibera di suddividere l’anno scolastico in quadrimestri con votazione quasi all’unanimità (la suddivisione in trimestri prende un solo voto) per poter disporre di un tempo più lungo per lo svolgimento del programma, le interrogazioni e le correzioni degli elaborati scritti.

Punto 7 o.d.g.  – La prof. Paladino dovrà presentare al prossimo Collegio, un piano di lavoro che accolga le richieste dei diversi gruppi disciplinari che dovrà interpellare nel corso delle riunioni previste dal calendario di impegni di settembre; in particolare, sull’aggiornamento potranno essere riproposti i corsi di potenziamento di lingua inglese e di informatica.

Punto 8 o.d.g.  – Il Collegio vota all’unanimità l’adesione dell’Istituto ai campionati studenteschi, dopo aver ascoltato l’intervento del prof Giacalone sulle numerose attività sportive che vengono realizzate tutti gli anni nelle palestre dell’Istituto, con ottimi risultati nei campionati studenteschi provinciali.

Punto 9 o.d.g. - Il Collegio approva all’unanimità il proseguimento della sperimentazione assistita Abacus ed è favorevole a  rinnovare la richiesta di attivazione delle specializzazione elettronica ed informatica per il corso serale, in attesa del decreto regionale che autorizzi l’Istituto ad intervenire autonomamente .

Punto 10 o.d.g. – Il Preside comunica al Collegio che sono stati programmati interventi didattici educativi che dovrebbero svolgersi dal 10 al 19 c.m. Il calendario definitivo (come, quando e dove), sarà attuato dopo la riunione che si terrà tra le funzioni obiettivo, proff. Filaci e Maggio, ed i referenti dei 13 dipartimenti disciplinari che saranno votati domani a scrutinio segreto e che collaboreranno con la presidenza.  Interviene il prof. Carta per sapere con esattezza quante ore IDEI potranno essere pagate; il Preside risponde che la definizione del numero di ore da effettuare sarà individuata in una specifica riunione con il Direttore amministrativo e che, in ogni caso, tutto il residuo del fondo sarà destinato per pagare i prossimi IDEI. Il Preside porterà al Consiglio di Istituto l’esigenza di organizzare gli Idei di settembre inserendo il massimo numero possibile di ore in relazione alla disponibilità del budget.  La prof. Percolla comunica al Collegio che nella sezione chimica il recupero sarà attuato solo per le quarte classi e sarà data priorità alle materie professionali. Per la meccanica, il prof Arrigo chiede un calendario diurno di espletamento IDEI e comunica che gli interventi saranno destinati alle quarte e quinte classi. Il prof. Carta chiede ancora la parola per sottolineare la necessità di intervenire su poche discipline, ma per un numero sufficiente di ore. Per il biennio interviene il prof. Condorelli per esprimere il parere di avviare il recupero soltanto per le seconde classi. Il Preside ricorda che il 4 settembre p.v. ci saranno le riunioni per dipartimenti e quindi si resta in attesa di sapere che cosa sarà approfondito su questo aspetto e così potrà definirsi meglio per ciascuna disciplina il “taglio” di questi interventi; in particolare si vedrà se distribuire le ore in maniera proporzionale su tutte le materie oppure modulare di più le ore per alcuni dipartimenti e meno per altri. La prof. Filaci ricorda che ad alcuni genitori sono state inviate le lettere di comunicazioni sull’esigenza di fare attuare allo studente interventi di recupero o di auto-recupero e quindi occorrerà tenere conto anche di ciò.

Punto 11 o.d.g. – Il Preside comunica al Collegio che si è entrati nella fase di realizzazione del progetto IFTS “Tecnico superiore per la comunicazione e il multimedia”, presentato dai prof. Maggio e Rapisarda ed approvato l’anno scorso dal Collegio, di cui è già pronto il bando per l’ammissione. Al corso di Istruzione e Formazione tecnica superiore sono stati assegnati 350.000.000 di lire dal F.S.E. e dal F.D.R. del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il corso è rivolto a 20 allievi attraverso la selezione di candidati in possesso di diploma di scuola media superiore e anche di candidati che non posseggono tale titolo ma sono in possesso di competenze certificabili già acquisite in esperienze lavorative o formative pregresse. Sono previste 1200 ore di lezioni teorico-pratiche di cui 360 di stage aziendale. Il prof. Maggio illustra anche i seguenti progetti di sua competenza e che dovranno realizzarsi prossimamente: Conoscenze linguistiche, comunicative e relazionali; Nuove tecnologie dell’informazione; Cultura di impresa e orientamento al mondo del lavoro. La prof. Filaci illustra al Collegio i seguenti progetti PON che ha progettato: Dal testo alla rappresentazione, Laboratorio di scrittura creativa, Come realizzare una cooperativa. Quest’ultimo progetto deve essere realizzato entro il corrente anno solare. Il prof. Liotta fa conoscere i progetti che ha realizzato: Le nuove tecnologie informatiche, la geometria del piano ed il CAD, Numeri, grafici e tabelle – già conclusi – ed i progetti POR - misura 3.1.8. - già approvati e che dovranno realizzarsi a partire dall’inizio delle lezioni di quest’anno scolastico: Le nuove tecnologie informatiche, I linguaggi della comunicazione, Il linguaggio grafico ed il CAD. Il prof. Rapisarda illustra due suoi nuovi progetti: Progetto Enterprise – progettista software in ambito distribuito PSAD; Tecnico di telematica avanzata. La prof. Allegra illustra due importanti progetti di formazione avanzata che riguardano la realizzazione di siti web e la rete Intranet: Web engineering and management; Intranet: configurazione e gestione. Il Preside fa sapere al Collegio che questi corsi di alta professionalità sono già riservati a tutti i docenti di informatica e agli ITP di informatica della nostra scuola, presumendo l’adesione di tutti tali docenti. La nostra scuola, sottolinea il Preside, è una scuola di specializzazione soprattutto informatica, fermo restando che tutte le sezioni hanno pari dignità ed è perciò molto importante attuare ed avviare un corso di così alto profilo. Amministrare una rete non è un compito facile e da noi non lo sa fare quasi nessuno perché la tecnologia è in continua evoluzione. Ambedue i corsi di cui ha parlato la prof. Allegra saranno affidati a professori universitari in quanto il Cannizzaro è partner con il dipartimento di ingegneria informatica dell’Università di Catania e l’alta qualificazione dei docenti universitari permetterà al Cannizzaro di essere amministratore di reti. Per quanto riguarda invece il corso di web engineering and management, continua il Preside nel dibattito, è stata riservata una quota di partecipazione ai migliori web master delle scuole consorziate con noi e sarà chiamata in causa anche la ditta che ha installato la rete nella nostra scuola per spiegare dettagliatamente come poter gestire la nostra rete.

Punto 12 od.g. - Il prof. La Guidara, che ha progettato il progetto CIPE “I pannelli fotovoltaici in Sicilia, isola solare, illustra le fasi di realizzazione dello stage che si è concluso nello scorso mese di giugno: Il progetto ha coinvolto 13 studenti della IV A della sezione elettrotecnica e si è svolto per 60 ore presso l’Azienda “Eurosolare” di Nettuno (Gruppo Eni – Agip) e per altre 60 ore presso la Comphoebus (gruppo Enel) di Catania. Gli interventi dei docenti La Guidara e Gervasi sono stati finalizzati a rafforzare la crescita educativa, culturale e professionale dei corsisti attraverso il sapere, il fare e l’agire, e la riflessione critica su di essi, ed a sviluppare l’autonoma capacità di giudizio e l’esercizio della capacità personale e sociale; in tale ambito è stato curato lo sviluppo delle conoscenze relative all’uso delle tecnologie fotovoltaiche e dei vari processi di produzione delle celle solari. Il progetto, finalizzato anche a contribuire al rafforzamento sul territorio di idonei collegamenti tra scuola ed impresa, ha avuto un importante ruolo nel raggiungimento dell’obiettivo nazionale ed europeo diretto a favorire il raccordo tra scuola e mondo del lavoro. E’ stata data comunicazione della realizzazione del corso alla città di Catania mediante diffusione sul quotidiano “La Sicilia” del 26/6/2002. Il Preside invita tutti i docenti ad attivarsi per realizzare i loro progetti perché al Cannizzaro c’è la libera iniziativa di chi vuole lavorare su questa strada e quindi, in attesa del bando per la loro progettazione, di prendere contatti con la prof. Aliano che nel campo dei progetti CIPE ha acquisito una consolidata esperienza.

Punto 13 o.d.g. - La prof. Aliano informa i presenti che il prossimo mese di ottobre avvierà a scuola il progetto Biotecnologie applicate all’industria farmaceutica, progettato con la prof. Palermo, e che si concluderà entro quest’anno. Il Preside invita presenti a costituire gruppi di progetto, che potranno trovare i formulari sul sito ufficiale dell’Istituto: www.cannizzaro.it; esorta il prof Arrigo a prendere contatti con le industrie e le aziende che operano nel campo della meccanica per far sì che anche questo indirizzo possa avere alle sue spalle la realizzazione di alcuni progetti.

Punto 14 o.d.g. – Il Preside ricorda all’assemblea che è il Collegio che deve dare le direttive di carattere pedagogico, didattico e tecnico-professionale su cui i Consigli di classe dovranno elaborare la progettazione curricolare. Il Collegio delega i singoli dipartimenti disciplinari che, per gruppi di disciplina, si faranno carico di produrre accordi, dichiarazioni di intenti e che, dopo ampio confronto e dibattito, produrranno documentazione scritta che diventerà documento ufficiale delle linee strategiche curriculari.  Anche i Consigli di classe dovranno elaborare un ulteriore documento che costituirà la sintesi ufficiale progettuale del Consiglio di classe.

Punto 15 o.d.g. – Viene approvata all’unanimità la richiesta di contributi antimafia alla Regione Sicilia per il corrente anno scolastico.

Punto 16 o.d.g. – Tutti i docenti devono dichiarare per iscritto alla scuola: residenza, lezioni private ed esercizio di altre attività economiche (art. 508 del D.Lvo n. 297/94), l’esistenza di situazioni di compatibilità ed incompatibilità di lavoro e richiedere al Preside il permesso per svolgere la libera professione; dichiarazione all’anagrafe apposita degli incarichi di prestazioni e delle consulenze svolte o da svolgere nel 1995 e dichiarazione di responsabilità ex art. 1 comma 257 L n. 662/96 sulla permanenza dei requisiti di invalidità.

Punto 17 o.d.g. – Viene approvato all’unanimità il progetto per l’acquisto di attrezzature per alunni handicappati.

Punto 18 o.d.g. – Domani, informa il Preside, alle ore 9.30 si riuniranno in aule separate i docenti organizzati per classe di concorso, presieduti dai direttori di dipartimento che saranno eletti nella giornata di oggi, per prendere accordi all’interno delle rispettive discipline e poi, entro il mese di novembre, ciascun docente consegnerà la propria progettazione relativa all’anno scolastico in corso.

Punto 19 o.d.g. Il Preside chiede al Collegio di fornire le nuove indicazioni in ordine all’aggiornamento dei documenti fondamentali della scuola a cominciare dal POF. La funzione obiettivo uscente area 1, prof. Trinastich, si farà carico di raccogliere indicazioni e proposte di modifiche anche alla Carta dei servizi ed al Regolamento di Istituto e di portarle al Collegio per l’approvazione.

Punto 20 o.d.g. – Il Preside sottolinea ai presenti che il Collegio delibera il fondo di Istituto per ciò che riguarda le attività da programmare (POF) e gli incarichi da attribuire; nel frattempo il Preside formula la proposta a tutti i docenti che desiderano avanzare una disponibilità di collaborazione con la presidenza (collaboratore del Preside, tutor, ecc.) di mandare un e-mail alla sua posta elettronica personale; tutte le domande di collaborazione saranno valutate in seno al Collegio del prossimo giorno 20 per procedere all’approvazione degli incarichi assegnati. Il prof. Carta interviene chiedendo che tutti gli incarichi dovranno poi alla fine essere retribuiti. Il Preside ricorda che sul fondo di Istituto hanno competenze quattro organismi diversi: il Collegio dei docenti, il Consiglio di Istituto, che si occupa della parte finanziaria e le RSU che si occupano della contrattazione dei criteri con cui il Preside deve fare la tabella di liquidazione. Il Collegio dei docenti, viene ancora una volta sottolineato dal Preside, ha competenze soltanto sulle attività e sugli incarichi.

Punto 22. od.g. – I docenti che vorranno candidarsi funzione obiettivo dovranno, entro tempi brevi, presentare la relativa documentazione alla segreteria della scuola.

Punto 23 o.d.g. – il Collegio vota all’unanimità componente docente della Commissione elettorale dell’Istituto il prof.Alberto la Guidara.

Punto 21 o.d.g. - Il Preside nomina membri scrutatori i prof. Barone, Bruno e Guarnera. Il seggio, costituito per l’elezione del comitato di valutazione dei docenti e per l’elezione dei referenti disciplinari per classe di concorso, si insedia alle ore 11.30 e le operazioni di voto si concludono alle ore 13.30.

Di seguito vengono riportati i risultati delle votazioni :

RISULTATI ELEZIONE REFERENTI DISCIPLINARI PER CLASSE DI CONCORSO

DIPARTIMENTI

VOTATI

VOTO

chimica

Aliano Concetta

12

Trinaistich Ernesto

04

Discipline Giuridiche

Barone Armando

03

Paladino Pietrina

02

Discipline Mecc. e Tecnol.

Arrigo Giuseppe

10

Educazione Fisica

Aglieri Antonino

07

Elettronica e Lab.

Foti Concetta

02

Scuderi Natale

08

Elettrotecnica e lab.

Fallica Paolo

14

Longo Francesco

01

Stanzione Antonino

01

Valastro Giovanni

01

Fisica

Quattrocchi Giovanni

08

Informatica Industriale

Allegra Cettina

01

Vassallo Silvio

14

Vinci Antonio

01

Inglese

Di Mauro Giuseppa

09

Matematica

Carta Giuseppe

19

Lettere

Filaci Fiammetta

03

Gulisano Luigia

02

Marchese Luciano

01

Pometti Anna Maria

01

Scalia Angela

19

Scienze

Sanfilippo Gaetana

04

Schembra Caterina

01

Tecnologia

Liotta Giuseppe

05

Rizzo Benedetto

08

Religione

Ferro Carmelina

02

Mobilia Antonino

01

 

 

 

 

 

RISULTATO ELEZIONE COMITATO DI VALUTAZIONE DEI DOCENTI

Candidati

Voti

Scalia Angela

92

Paladino Pietrina

64

Scuderi Natale

49

Trinaistich Ernesto

21

Zuccarello Angelo

15

Atalmi Antonio

09

Tomasello Antonino

06

Coco Valentino

06

Maccarone Angela

06

Filaci Fiammetta

05

Barone Armando

05

Andreano Lucia

04

Scuderi Giovanni

02

Bruno Paolo

02

Guarnera Francesco

02

Consolo Angela

01

Maggio Salvatore

01

Di Stefano Domenico

01

Sanfilippo Gaetana

01

Parrinello Maria Teresa

01

Bertucco Libero

01

Gagliano Rosa Alba

01

Percolla Angela

01

Di Mauro Giuseppa

01

Foti Concetta

01

Marchese Luciano

01

Greco Roberta

01

Sangrigoli Antonino

01

Schembra

01

Courrier Attilio

01

Liotta Giuseppe

01

Vaccaro Carmela

01

Andronico Francesca

01

 

In seguito ai voti riportati risultano eletti membri effettivi del comitato di valutazione dei docenti i prof. Scalia Angela, Paladino Pietrina ,Scuderi Natale, Trinastich Ernesto. Risultano eletti referenti dei dipartimenti disciplinari i professori: Aliano, Barone, Arrigo, Aglieri, Scuderi Natale, Fallica, Quattrocchi, Vassallo, Di Mauro, Carta, Scalia Angela, Sanfilippo, Rizzo Benedetto e Ferro.

Esauriti gli argomenti all’o.d.g., la seduta è tolta alle ore 13.30.

 

    IL SEGRETARIO                                                                   IL PRESIDE

prof. Alberto La Guidara                                                    prof. Salvatore Indelicato

 
 
  Links Correlati

· Inoltre Delibere OO.CC.
· News by Redazione


Articolo più letto relativo a Delibere OO.CC.:
Resoconto dei docenti Funzione Obiettivo al collegio dei docenti

 

  Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 1.8
Voti: 5


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

  Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico

 


 
 

powered by PHPNuke - created by Mikedo - designed by Clan Themes


| Torna Su | Home Page | Documenti |