L'ITI Cannizzaro alla III Conferenza dei Progetti del Centro Enrico Fermi - prog
Data: Giovedì, 15 gennaio 2015 ore 11:31:44 CET
Argomento: Attività integrative


Una delegazione dell’ITI Cannizzaro di Catania costituita dal dirigente scolastico prof.ssa Giuseppina Montella, dal prof. Antonio Atalmi e dagli studenti Magdalena Janik e Antonino Pezzino ha partecipato alla III Conferenza dei Progetti del Centro Enrico Fermi - progetto Extreme Energy Events (EEE) - il 14-17 dicembre 2014 presso il Centro Internazionale Ettore Majorana di Erice.

Alla presenza del prof. Antonino Zichichi, direttore del progetto EEE e di alte personalità del mondo scientifico e accademico, oltre 200 tra insegnanti e studenti di scuole secondarie superiori provenienti da tutto il territorio nazionale si sono riuniti per presentare lo stato dell’arte del progetto e discutere i recenti risultati ottenuti.



Il progetto Extreme Energy Events nasce 10 anni fa per volontà del prof. Zichichi che vede nello studio dei raggi cosmici di altissima energia una grande occasione di collaborazione tra il mondo della scuola e quello della ricerca scientifica, capace di “portare la scienza nel cuore dei giovani”. Enti di altissimo prestigio quali  il Centro Europeo di Ricerche Nucleari (CERN) di Ginevra e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) partecipano a questo progetto. Grazie alla loro collaborazione, centinaia di studenti e insegnanti costruiscono presso i laboratori del CERN le camere MRPC per la rivelazione dei muoni cosmici, installano i telescopi presso le loro scuole, ne monitorano il funzionamento e analizzano i dati acquisiti.

Lo studio dei raggi cosmici di altissima energia è a tutt’oggi un problema aperto, in cui molte domande attendono ancora risposta: non si sa dove vengono prodotti e quale meccanismo è responsabile delle loro elevatissime energie, di molti ordini di grandezza superiori a quelle massime raggiungibili negli attuali esperimenti, come quelli che al CERN hanno portato alla scoperta del bosone di Higgs. L’occasione della conferenza di Erice è servita a insegnanti, studenti e ricercatori sia per confrontarsi sugli aspetti tecnici e didattici del progetto ma anche per scambiare le esperienze tra le varie scuole partecipanti che con i loro 50 telescopi costituiscono il più esteso network per la ricerca di eventi cosmici di estrema energia.

In occasione della conferenza, il prof. Atalmi ha presentato lo stato del progetto EEE in Sicilia, illustrando i contributi dell’ITIS Cannizzaro di Catania, che aderisce al progetto dal 2005, e quelli dei licei scientifici Vincenzo Fardella di Trapani ed Enrico Fermi di Paternò, aggiuntisi più recentemente. Gli studenti Magdalena Janik e Antonino Pezzino della scuola catanese hanno partecipato alla sessione poster con il pannello “Cacciatori di muoni”, molto apprezzato dalla giuria e dai partecipanti alla conferenza.

Da gennaio 2015 l’ITI Cannizzaro dispone di un nuovo laboratorio per il telescopio EEE dove studenti e insegnanti svolgono le attività didattiche e di ricerca e dove possono recarsi in visita guidata le classi e le scuole che ne faranno richiesta.    

 

Centro Enrico Fermi - progetto EEE: http://eee.centrofermi.it/

EEE ITIS Cannizzaro: www.eeecatania.cf

 

Il Poster EEE del Cannizzaro







Questo Articolo proviene da Istituto Tecnico Industriale "S.Cannizzaro" di Catania
http://www.cannizzaroct.it

L'URL per questa storia è:
http://www.cannizzaroct.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1417